Zadie Smith. Denti bianchi

0
561

Zadie Smith
Denti bianchi

A cura di Anna Cavestri 

Alla famiglia anglo-giamaicana dei Jones, composta da un marito, Archie, inglese mediocre, ateo e tradizionalista, da una moglie giamaicana figlia di immigrati ed ex testimone di Geova e dalla figlia Irie, bizzarra combinazione dei due, si contrappone quella di immigrati bengalesi, Samad e Alsana Iqbal, i cui due figli gemelli Magid e Millat incarnano le contraddizioni e i dubbi di una nuova generazione che affonda radici in Paesi lontani ma che sente di appartenere di diritto all’Inghilterra in cui è nata.

In seguito alle due famiglie se ne aggiungerà una terza, quella dei Chalfen, scienziati inglesi di origine ebrea che suddividono le persone in categorie e compiono esperimenti genetici per il miglioramento della razza, che criticano l’ibridismo contagioso che li circonda pur sentendosene al contempo irrimediabilmente attratti.

Nell’amarezza di Samad tutta la delusione di ogni immigrante del mondo che per motivi razziali, politici o economici è visto con sospetto e mai del tutto accettato, ma anche l’incapacità di comprendere i propri figli e le scelte che fanno. Altro tema portante del romanzo è infatti il rapporto tra genitori e figli, lo scontro generazionale e culturale che pare inevitabile e che si consuma nella ribellione contro quanto è stato imposto e ossessivamente inculcato.

Ma lo scontro più profondo, senza dubbio, coinvolge tradizioni e la religione, quest’ultima spesso vissuta ai suoi estremi: dall’agnosticismo determinato di Archie, al fondamentalismo di uno dei gemelli Iqbal, fino al totale empirismo di Marcus Chalfen, capofamiglia del nuovo gruppo medio borghese che intreccia la propria vita e la propria visione con quella di Jones e Iqbal, stravolgendole ancora più profondamente.

Per quanti possano essere gli sforzi di miglioramento e i tentativi di integrazione, la questione delle origini rimane fondamentale .
Il ventaglio di personaggi che animano il romanzo, la mescolanza di etnie e tradizioni culturali, insieme alle tematiche in esso trattate, raccoglitore di tematiche estremamente attuali, vicende intrecciate in una divertente e a tratti esilarante saga familiare, infarcita di auto-ironia e leggerezza.

Anna