Wolf Hall

0
227

Hilary Mantel
Wolf Hall

A cura di Anna Cavestri 

Un romanzo storico, ambientato tra il 1500 e il 1523, è una biografia della rapida ascesa al potere di Thomas Crowell, primo Conte di Essex nella corte di Enrico VII d’ Inghilterra.
All’inizio del ‘ 500 l’nghilterra è in un vicolo cieco: se dovesse morire il re senza un erede maschio, il paese sarebbe condannato ad una guerra civile.
Enrico vorrebbe annullare il suo matrimonio con Caterina d’Aragona per sposare Anna Bolena, ma sia il Papa che la maggioranza dei re d’Europa sono contrari.
Ad occuparsi di questo problema sarà Tom Cromwell, un uomo che si è fatto da se e che nonostante le umili origini da cui è dovuto scappare per salvarsi da un padre che sarebbe stato capace pure di ucciderlo nei suoi frequenti momenti di ira, sarà in grado di portare la soluzione ad Enrico VII.

Thomas fugge quando è un ragazzino dal suo paese, in Francia, dotato di intelligenza e capacità di adattamento, svolge i lavori più diversi, fino a fare il mercenario in Francia, il falconiere, il commerciante di tessuti a Firenze, riesce a sedare risse, corrompere una giuria e molto altro, con grande abilità.
Grazie alle sue speciali doti riuscirà a rompere le rigide regole della società inglese e rialzarsi da una drammatica storia personale. Il re si servirà di lui per riuscire nel suo intento e darà un nuovo corso alla storia inglese.

Nonostante le 800 pagine, questo libro riesce a fare appassionare alla storia, piena di diverse umanità, con una scrittura lineare, di grande introspezione psicologica.
Riesce a costruire intorno ai tanti personaggi ( all’inizio del volume ci sono gli alberi genealogici delle personalità di cui parla) situazioni a volte misteriose a volte divertenti, passando da uno all’altro con uno stile letterario davvero interessante.
Nonostante il periodo a cui si riferisce sia lontano nel tempo, a volte sembra di leggere una storia completamente nuova e ancora molto interessante.
È un libro che ha avuto molto successo, all’estero, in Italia è stato pubblicato da Fazi nel 2019, 10 anni dopo la sua uscita ufficiale.
Mi auguro, che anche in Italia possa essere apprezzato perché è un libro che merita davvero, la scrittrice ha preso spunto da fonti storiche per costruire il suo romanzo.

Questo romanzo è considerato il suo capolavoro.

Anna