Volontariato grande esperienza

0
779
I rapporti tra persone quando si fa attività di volontariato, per chi mai ne ha fatta, sono tra le cose migliori che possano capitare. I rapporti lì sono decisamente migliori di quelli che solitamente ci sono sul lavoro.
 
Chiaro, non facciamo di tutta l’erba un fascio come si dice solitamente. Ci sono ambienti di lavoro fantastici, ma qualche tensione nasce sempre.
 
 A me è capitato di fare attività di volontariato, e devo dire che sono state sempre esperienze notevoli dal punto di vista umano, mi hanno regalato tante sensazioni positive che per vari motivi sul lavoro difficilmente si hanno,.
 
Tutti noi lavoriamo prima di tutto perchè ci occorre il denaro. Qualsiasi tipo di attività facciamo, l’obbiettivo è quello, sia per arrivare a fine mese, sia per risparmiare, sia per guadagnare sempre di più, ognuno nel lavoro punta a quello. Il denaro crea tensione, nervosismo, bramosia, a volte disperazione, raramente appaga perchè il passo successivo è guadagnarne ancora.
 
Le tensioni si riflettono a tutti i livelli nei posti di lavoro specie se le cose non vanno come dovrebbero. Nel volontariato, pur essendo a tutti i livelli un attività lavorativa, cio’ non accade. Perchè?
 
Innanzitutto fare attività di volontariato, è vero, è spesso una scelta voluta e cercata da chi lo fa, il lavoro è vissuto molto spesso più come un obbligo dovuto all’esigenza, appunto, di denaro.
 
Forse ci arriveremo un giorno, a dedicare più tempo, in ambito scolastico a sviluppare le inclinazioni di ognuno, in modo che chiunque si trovi poi a fare il lavoro per cui si sente tagliato e portato, che gli piace, che lo rende appagato, in giro lo vedo raramente.
 
Quanto al volontariato il consiglio spassionato è di provare a farlo magari per qualcosa per cui ci si sente portati, si torna a casa soddisfatti, si da e si fa del bene, nascono bei rapporti di amicizia e non si sente mai di aver perso tempo.
 
Dati Lorenzo
 
SMALL THINGS GREAT EMOTIONS