Viaggio nella bellezza e nella comprensione di Santa Croce a Lecce

0
656

Si ripete di nuovo la magia di poter visitare la basilica di Santa Croce a Lecce, una vero summa della bellezza del barocco leccese con un taglio prettamente esoterico ed alchemico con riferimenti e rimandi che collegano l’opera di Collemaggio Aquila con la chiesa anch’essa Celestiana di Lecce. Questo grazie a Maria Grazia Giorgino autrice infatti di ” Santa Croce Celestiana, il segreto tramandato “, dove il rimando ai due capolavori voluti da Celestino V ed all’ordine che prende il suo nome, si intrecciano e moltiplicano la bellezza dei particolari, in particolare Maria Grazia svelerà i tanti segreti scolpiti nella tenera pietra leccese della basilica, avvalendosi di un linguaggio simbolico-alchemico che anche i non iniziati a queste arti possono comprendere, la studiosa aiuterà i partecipanti a svelare il complesso sistema figurativo presente nella facciata principale, illustrerà come le conoscenze dell’arte sacra muratoria e delle gilde medioevali siano giunte ai costruttori rinascimentali dell’edificio.

Un occasione quasi unica di trovarsi a capire i misteri della facciata della basilica crociana vero capolavoro dell’arte barocca leccese. Questa volta niente ponteggi e caschi, la studiosa Maria Grazia Giorgino senza inerpicarsi sulle strutture spiegherà i tanti fregi della facciata ed i loro segreti esoterici ed alchemici. I fortunati 25 che parteciperanno scopriranno nelle due ore di visita esterna ed interna dell’edificio sacro che i costruttori tracciarono un itinerario alchemico ed esoterico nascondendolo sotto forma di simboli della grande opera innumerevoli segreti, giungendo alla creazione di una bellezza inaudita ma che regala ad ogni particolare una storia nascosta ma vera da raccontare.

Dopo l’emozione esperienziale di salire in cima alla facciata per vedere sui ponteggi la bellezza scolpita e rivelata, sabato 18 maggio alle ore 9.00 scendendo con i piedi per terra la visita sarà svolta guardando prima la straordinaria bellezza della facciata poi l’interno della basilica. Nella navata centrale scopriremo grazie a Maria Grazia Giorgino ben sei giochi solari individuati proprio da lei che si manifestano in occasione di momenti significativi e ricorrenze che cadono nel corso dell’anno. Maria Grazia Giorgino è una libera ricercatrice e studiosa di simbolismo, tradizione iniziatica, alchimia, storia medioevale, con particolare riferimento alla storia dei Templari e storia del Rinascimento.

Le visite si effettuano con un massimo di 25 persone per prenotarsi bisogna chiamare il n. 339 7754944. Il percorso emozionale nella dimora filosofale di Santa Croce in Lecce si svolgerà sabato 18 maggio a partire dalle ore 9.00. Un incredibile opportunità per vivere alcune ore a contatto con l’arte la sua forza ipnotica, in una mattinata che non dimenticherete facilmente.

Raimondo Rodia