Verbena

0
984

Nel nostro viaggio nel mondo del benessere e della fitoterapia oggi incontriamo la Verbena.

Si tratta di una pianta antistress, utile per la digestione e per proteggere la pelle.

La verbena (Verbena officinalis) è un pianta della famiglia delle Verbenaceae. È molto conosciuta la sua funzione antistress, ma è molto utile anche per favorire la digestione e protegge la pelle. Buono l’utilizzo anche nelle infiammazioni muscolari.

La verbena è una  pianta perenne, alta di norma fino a mezzo metro ma, in casi eccezionali puo arrivare a 4 metri. Ha un fusto rigido, piuttosto legnoso, quadrangolare.

Le sue foglie sono ricche di solchi, allungate e con una lieve peluria che le ricopre. In tarda estate e fino ad autunno inoltrato dà origine a fiori viola e fucsia. Non ha una sola specie ma diverse utilizzate oltre che per scopi officinali anche per motivi ornamentali.

La più conosciuta è la Verbena officinalis.

Il genere in se è nativo di un area che va dal Nord Africa al nord Europa. E ben presrnte anche in Asia occidentale.
La bellezza della pianta e il suo utilizzo come fitoterapico ne hanno facilitato la diffusione nel Nord America.

La verbena ha infatti una notevole capacità di adattamento, si coltiva semplicemente, ma ama anche crescere allo stato brado in prati, campi, luoghi incolti, sponde asciutte di fiumi e fossi, bordi di foreste e boschi, ruderi e delle case in stato di abbandono.

Non ama il freddo, le piogge e il vento e predilige i terreni ricchi di humus

Storicamente l’uso della verbena a scopi erboristici risale ai tempi antichi e sfocia persino nella magia, nel mito e nella religione di molti popoli.

La Verbena era considerata sacra sia dagli Egizi che dai Greci che dai Romani, aveva un ruolo rilevante in molte cerimonie sacre e viene tritrovata in alcuni riti persino presso le popolazioni native americane.

Nel Medioevo era considerato un antidoto contro le streghe. Tutto ciò rende la Verbena una pianta ricca di misteri e segreti oltre che una pianta dalla grande utilità. In tempi recenti è parte integrante anche dei Fiori di Bach ( Vervain ).

Proprietà 
La verbena è un ottimo antistress, un eccellente disinfettante del cavo orale e delle cavità nasali.
Eccezionale anche come cicatrizzante e nella cura della pelle.
In caso di reumatismi e di aiuto nei dolori articolari e nelle infiammazioni muscolari. Buona anche la funzione digestiva ed epatica grazie all’aucubina. Grazie al verbascoide invece è un notevole antimicrobico. Favorisce anche la lattazione.
Tanti, davvero tanti dunque gli utilizzi di questa pianta magica, ma come utilizzarla?
Uso

Interno:

Tisana, decotto, infuso,  gocce (estratti concentrati e oli) da diluire o da diffondere nell’ambiente grazie ad un diffusore. La Verbana è anche uno dei Fiori di Bach usato in floriterapia.

Esterno:

Creme cosmetiche e pomate da applicare sulla pelle irritata. Ma anche sulle escoriazioni, ferite, infiammazioni.

L’olio essenziale di verbena si applica sulla pelle prima dei massaggi sulle articolazioni e sulle fasce muscolari doloranti. Le foglie si utilizzano anche per fare gli impacchi.

Come tutte le erbe vanno a nostro parere utilizzate con cautela e comunque non come surrogato dei medicinali da banco, ma ove sufficiente e possibile, come sostituto, certamente come sostituto.