Vento d’amore

0
1790

di Rosella Lubrano

 

E nell’arancio del tramonto
mi aggrappo al tuo cuore,
incantandomi di te,
nell’ aura dolce
di primavera,
quando il vento gentile
spicchi di luna
rincorre ,
come un bimbo
dietro al suo aquilone.
L’ Amore racconta
di me, di te,
di vita da mordere
e io lascio raccontare
quei sussurri
increspati di stelle,
quei brividi di infinito,
quei mille splendidi soli
che aspettano noi,
sospesi tra cielo e terra
tra i sospiri e le tenerezze
di una notte d’ incanto.
E mi perderò
nei tuoi occhi di velluto,
saremo armonia
nell’ Universo,
frammenti di quell’ eternità
che profuma
i nostri corpi d’ ambrosia
nel caldo abbraccio
dell’ Amore.