Una società malata

0
310

 

Una società malata

Il ceto è medio basso, se medio ancora esiste. La maggior parte delle persone lavoratrici ha il malcontento, non riesce ad arrivare a fine mese, dove si rintana il problema di base?

Nessuno lo sa o fa finta di non saperlo, ma il popolo è stanco capisce e, per ora, fa finta di niente. Questo è il problema principale, un popolo che non è pecora come fa comodo dire a qualcuno, ma è menefreghista, fino a quando ha il piatto davanti a mezzogiorno, poi…?

La pubblicità è la bacchetta magica, che mantiene il popolo a bada, ma devono trovare un altro modo per frenare l’ira che cresce come un vulcano in fase di eruzione.

In trent’anni un semplice operaio ha avuto un aumento salariale di circa centodieci euro sporche, cioè trattenute comprese, mentre funzionari, alta finanza, banche, team politico, etc… si son messi i soldi in tasca a loro comodo.

Dove vogliamo andare? Il lavoratore ha bisogno di un aggiustamento salariale per sopravvivere, i datori di lavoro lo sanno, lo sa anche il governo, ma non fanno nulla.

Il governo preferisce super tassare le aziende e non favorire i lavoratori, ora mi chiedo: come mai viviamo in una nazione con un debito pubblico enorme, in crescita e lo sforzo che tutti i cittadini fanno, non serve a nulla, perché il debito continua a crescere?

La nazione è in crisi e i gelatai continuano a regalare zuccherini. Dicono che le banche comandano il Paese, sono potenti e si sono venduti fette d’Italia. La nostra nazione sembra che stia subendo una disgregazione forzata e nessuno fa qualcosa per evitarlo.

Dai maledetti mezzi di comunicazione come la tv, si sentono solo disgrazie, corruzione, mafia, omicidi, cronaca assurda e soprattutto gossip politico, lo chiamo così, che non fa altro che descrivere la vera realtà politica di oggi.

C’è chi parla male dell’altro, chi si lamenta perché l’altro fa solo propaganda politica, ecc… e dei problemi seri del Paese, nessuno propone delle alternative, no, basta dire che c’è il problema e la frittata è fatta, altre tasse per tutti.

Viviamo in una società malata dove il sistema dirige le carte truccate per tutti e nessuno fa nulla e LORO se ne approfittano perché sanno che ci basta poco per essere sereni. Hanno fatto finta di togliersi il vitalizio, è tornato. La “mafia” corrode anche i tarli.