Una piccola leggenda di un dolce a strisce

2
1147

Buon sabato e ben tornati alle leggende in prossimità del Natale!

Ci tenevo in questo periodo a portarvi delle leggende legate a questo periodo dell’anno.

Il problema è che sono abbastanza corte e alcune, seppur, chiamate leggende…sono piccole curiosità…

Da bravi “divaniani” che siamo, ci sarà capitato spesso durante le feste di guardare film di natale e notare appesi ad alberi o come semplici addobbi, dei lunghi e ricurvi bastoncini di zucchero dalle strisce rosse e bianche.

Risultati immagini per bastoni di zucchero

Spesso queste decorazioni zuccherine le troviamo anche nelle fiere e nei piccoli mercatini di natale, ma sinceramente a me non è mai venuta da comprarlo e a voi?

Come ogni dolce dietro vi è un buon pasticcere che lo cre!

Si narra che questo piccolo oggetto o dolcetto nacque dalle grosse mani di un dolce pasticcere…

“Deve ricordare Gesù!”

…o almeno, questo era il piano.

Tradizione vuole che questo ricurvo dolcetto, abbia questa forma per ricordare la J del nome.. e che sia ricurvo come il bastone del pastore.

Caramello solido, proprio come la roccia, lo compone a rappresentare solidità e fermezza…che dovrebbe passar la credenza popolare.

Sì, questa leggenda è fortemente incentrata sulla religione °-°…avete notato?

Daltronde il Natale in sè e per sè ha queste basi…e chissene se tu credi o no, trovo interessante sapere queste piccole storie…v.v e volete mettere? Ora voi ne siete a conoscenza, dove altri non lo sono e sarà un buon motivo per parlare!

L’aspetto…la scriscia bianca ricorda la purezza…

La striscia più grossa tinta di rosso ricorda il sangue versato…

Le tre strisce più piccole le frustate del soldato romano…

 

Risultati immagini per menta

 

Il sapore è di menta, pianta simile a un’altra pianta aromatica…l’issopo… utilizzata secondo il Vecchio Testamento per purificare e sacrificare.

 

 

Risultati immagini per issopo pianta

 

Insomma, venne creato un dolce per mantenere un ricordo…e adesso anche voi lo manterrete xD

è singolare come cosa….non mi ero mai chiesta da dove saltasse fuori!

La prima volta che se ne documenta l’utilizzo come addobbo è nell’America del nord intorno al 1847, grazie a un emigrato di origini tedesche-svedesi di nome August Imgard che appese un bastoncino di zucchero su un albero di Natale. Le cartoline di Natale dei decenni successivi iniziarono a mostrare alberi di Natale addobbati con bastoncini di zucchero.

Risultati immagini per August ImgardRisultati immagini per August Imgard

Risultati immagini per August Imgard

Ci sarà riuscito a mantenere il ricordo?

Immagine correlata

A-fruttidiboscoblog