Un vuoto immenso: È Natale

0
434

Stride questo gelo pungente
con le punte dorate di stagione.
Sarà un’attesa inutile
come altre volte
la pace non verrà.
Se ne è andata tempo fa
più non la ricordo.
Faceva freddo e non c’era la neve.
Faceva freddo sotto le luci oscene
di un naviglio in fiamme festose.
Ritagliava il viso un dolore.
Ora come allora
ribatto chiodi antichi
nei buchi lenti del cuore.
Toglieremo un altro posto,
un altro ancora.
Un vuoto immenso: è Natale.

13/12/21 SM TDR