Un giorno a San Foca tra mare, cielo ed un pranzo a base di pesce con la paura del terribile gasdotto TAP

0
1331

Un posto magnifico San Foca, si trova nel basso adriatico in provincia di Lecce, dove capita che mentre fai il bagno nel mare ti puoi ritrovare in compagnia di alcuni delfini, in questo paradiso il nostro governo ha deciso di far approdare il gasdotto TAP (Trans Adriatic Pipeline). Un progetto volto alla costruzione di un nuovo gasdotto che dalla frontiera greco-turca, da Kipoi in Grecia, fino appunto a S. Foca in Italia, per oltre 800 Km. con un tratto sottomarino di 107 Km. dall’Albania all’Italia, permette l’afflusso di gas naturale proveniente dall’area del Mar Caspio in territorio Azero, che consentirebbe di portare gas non in Italia dove approda, ma in Europa. A regime il gasdotto porterà in media 10 miliardi di metri cubi all’anno di metano. A giorni ( il 16 maggio dovrebbero partire i lavori ) ma spero che la contrapposizione pacifica dei manifestanti riesca a vincere l’ottusità ed il servilismo dei nostri governanti, pronti sempre a prendere e depredare il Sud, senza mai aiutarlo a crescere ad esempio nel turismo e nell’agricoltura, che dovrebbero e potrebbero essere i due cavalli vincenti nella corsa verso un miglioramento da troppo tempo atteso e mai realizzato nelle regioni meridionali. Ma stavolta invece che raccontarvi delle bellezze paesaggistiche del luogo, voglio invitarvi a mangiare in una delle migliori trattorie di pesce della zona.Insalata-di-Mare1Qualche giorno fa, mi sono recato a trovare un grande amico ed un grande uomo. Questo grande uomo ed insuperabile ristoratore è il mio amico Enzo ” Concepita ” tra virgolette metto il suo soprannome, con cui è conosciuto da tutti a S. Foca, ma anche il nome della sua trattoria in piazza Fiume. La giornata era splendida, la spiaggia di S.Foca tutta per noi, i colori del mare e del cielo difficili da raccontare, con quella luce particolare che solo la nostra terra sa regalare. Ma indimenticabile è rimasto il pranzo con il piatto unico detto ” il Mitico ” ed anche l’onore di aver pranzato seduto a tavola con lui, un grande omone dal cuore enorme. Andare al ristorante Concepita a S. Foca significa pranzare con portate di pesce a Km zero, pescati per l’occasione. Il pranzo è partito con un antipasto sfizioso a km 0, composto da frittura di calamari e gamberi, poi una paranza con seppie di san Foca, poi linguine ai ricci di mare, il caffè ed il mirto in ghiaccio fatto appositamente per i suoi clienti da Enzo Concepita. Un pranzo completo da leccarsi i baffi. Mentre assaggiavo le portate di pesce insieme a lui, mi raccontava della sua vita, di come suo padre, un giovane di Calimera, che con la sua spider, è riuscito a conquistare la bellissima madre, che proprio all’angolo della piazza dove sorge il ristorante prendeva l’acqua da una fontanella pubblica che ora non c’è più. Per loro fu amore a prima vista, dopo nove mesi nacque lui.Il-Mitico Mi raccontava della sua famiglia, del primo chiosco di generi alimentari, della prima gelateria-pasticceria trasformata anni fa nella trattoria ” Concepita “. Il suo grande amore per la pesca, per il mare, per S. Foca che non lascerebbe mai e poi mai. Mi sono deliziato a mangiare i suoi piatti ed ascoltare i suoi racconti ed oggi vorrei trasmettere in piccola parte la gioia di quel momento vissuto insieme ad Enzo. L’unica cosa che mi sento di dire è quella di esortarvi ad andare a scoprire pure voi quest’angolo di Paradiso, la trattoria Concepita in piazza Fiume a S. Foca. Mangiate, bevete e fatevi raccontare dal suo figlio più degno, di com’era bella ed è ancora oggi magnifica questa marina di Melendugno. Ora qualcuno, da questo luogo magico, vuole fare passare un enorme tubo che porta il gas, una cosa che grida vendetta al cielo. Nel mio piccolo chiedo rispetto per l’ambiente e per uomini come Enzo che vivono del mare e con il mare.

Raimondo Rodia