Un anno dopo

0
358

UN ANNO DOPO

Vedo l’alba affacciarsi
col canto degli uccellini
e i ricordi posarsi
sul davanzale,
lo stesso giorno
di un anno dopo.

Era Primavera,
anche un anno fa,
quando l’amore fioriva
al suono di mandolini
e di mandorle sgusciate.

Le rose sbocciavano
sulle rime intrecciate
delle notti consumate
tra i fragranti desideri.

Oggi, la scena non è la stessa!

Oggi, una timida lacrima
bacia l’amarezza
per il mancato incontro.

Aspetta di raccogliere,
in silenzio, i sogni
e i petali di quelle rose,
che spandono ancora
la loro fragranza
nel dissapore della lontananza.

Chino il capo,
ripongo le speranze
nelle tasche dell’arresa,
ed erro tra una velata delusione,
ingoiando il fumo amaro
di una tristezza sconfinata.

Anna Cappella