Umberto Cavazzini. AAA Libertà cercasi. Recensione di Anna Cavestri

0
822

Umberto Cavazzini.

AAA Libertà cercasi.

A cura di Anna Cavestri

Il libro è un cumulo di esperienze e approfondimenti necessari all’autore per trovare un equilibrio nel disequilibrio del nostro mondo. Attraverso l’analisi e la lettura dei dogmi e della cultura dominante, a volte quasi sprezzante, mi pare che l’autore voglia fornire la sua chiave di lettura, pensiero e filosofia di vita che più sente vicina.

Filosofia di vita trovata, come accennato, dopo un lungo percorso di studio, approfondimenti ed esperienze, che hanno portato l’autore a far proprio per se, una sorta di candore dell’anima. Stare bene con se stessi, accettare comprendendo l’altro da me, chiunque esso sia, vivere la vita passo a passo per quella che è, con la capacità acquisita di vederne la bellezza insita e battersi sempre contro quello che non ritiene consono.
Questa che descrivo con estrema sintesi, parte da studi, ampiamente dettagliati nel libro (a mio parere a volte troppo ) che partono dalle origine di culture e filosofie antiche e moderne, criticate spesso laddove l’autore le ritiene fuorvianti o poco utili a fronte di altre trovate più consone al proprio percorso. Si spazia dal cristianesimo al buddismo, dalle filosofe orientali a quelle occidentali, si citano i padri della psicologia, e tanto altro che ha “nutrito” l’autore. Ovviamente di tutto ciò ha fatto poi una cernita per trovare la “sua” filosofia. Una considerazione che mi ha accompagnato nella lettura di questo libro, è l’eccessiva critica relativa alle caratteristiche delle persone, che vengono menzionate per categoria, dimenticando che spesso le persone non hanno strumenti per il loro cambiamento (ammesso che lo vogliano) come se fosse un punto a loro sfavore, oppure una loro scelta negativa e non una somma di concause, magari traumatiche.
Seppure il modello di vita a cui l’autore è approdato, dopo un percorso faticoso e a volte doloroso, è ” …la piena accettazione lucida di un mondo che fondamentalmente è ben bilanciato nella sua sfuggevole e celata comprensione….. (di cui)..Comprendo appieno la la purezza dell’imperfezione accetto l’assurdità di molte esperienze vitali ingiuste, l’amaro in bocca che lasciano è solo un succo energetico che dà i suoi frutti con l’organismo che lo assorbe……”, trovo eccessivo quando giudica negativamente le persone che non attuano cambiamenti personali e si assoggettano alle masse informi, così come mi pare un po’ utopistico pensare, che attraverso i messaggi che trasmette col suo libro si possa arrivare alla rivoluzione e ai cambiamenti dei modelli della nostra società.
Non è un libro che si legge tutto in un fiato, il testo, proprio per i richiami agli approfondimenti degli studi, porta a fermarsi per ben capire quello che l’autore vuole dire.
Non è una lettura semplice, anzi, anche perchè non c’è un collegamento logico tra i capitoli, l’autore ora approfondisce testi filosofici ora parla di esperienza personali, portando esempi di vita vissuta, ora fa confronti tra pensatori diversi.
Sicuramente è un testo che da’ molti spunti su molti fronti per chi voglia approfondire.

Qui di seguito il link

 Vuoi acquistare questo libro, clicca qui!!