Ultimo flask

0
877

“Ultimo flask”

di Maria Rosa Oneto 

 

Ci stiamo amando

come affamati carnefici.

Nella stanza ombrosa di tende,

di paralumi liberty e incenso

vagano

brividi intensi

che non trafiggono la paura

di una Morte incipiente.