Toc toc-Drin drin

0
941

TOC TOC-DRIN DRIN

 

Tu ti rendi conto,

Tu e la tua arroganza,

tu e la tua oltracotanza,

(Dio benedica i sinonimi e contrari),

tu e la tua prepotenza,

tu ti rendi conto

di ciò che hai fatto,

che mi hai fatto,

tu lo capisci vero?

Tu,

tu mi sei entrata dentro

senza chiedere permesso,

senza toc toc

senza drin drin,

persino il postino

suona sempre due volte,

tu no,

ce n’è già abbastanza

per appropriazione indebita.

Almeno avessi avvisato

avessi avvertito,

ti avrei preparata,

ti avrei avvisata del caos

che c’è qui dentro,

del disordine primordiale,

avrei provato

a sistemare un po’,alla rinfusa,

nascosto gli scheletri dall’armadio,

che le malinconie

le impilo sulla sedia,io,

giorno dopo giorno,

che liofilizzo gli insuccessi

e li scopo sotto il tappeto,io,

che se non li vedi

pare non ci siano,

sarei stato sincero,io,

lo giuro,

te l’avrei detto

che qua dentro

non è mica rose e fiori

ed è un attimo sbagliare candeggio

e infeltrire un sorriso,

ma accomodati pure,

se ti va,

fai come fossi a casa tua,

ti avrei detto,io.

Ma tu niente,

tu e la tua strafottenza

vi siete espanse

come una noce di poliuretano

con manie di grandezza,

tu hai invaso come a Risiko

te ne sei fottuta di tutto

perché tu nel mio caos

ci sguazzi,

tu sei la rana caos,

tu le mie malinconie

le metti nel cappello,

dici simsalabim

agitando un rossetto

e ne esce il coniglio ridens,

tu,

i miei scheletri,

li strappi dall’armadio

e ci balli la Lambada

e i miei tarli

li hai restaurati

in stile shabby chic

dipingendo coi miei insuccessi

tele boreali.

E ora che hai messo

le tende che volevi tu,

che hai dipinto

del colore che volevi tu,

ora che hai buttato

senza chiedere

tutti i calzini spaiati

e le mutande bucate,

ora che i miei casini

non li hai mai combattuti

ma ci vai a braccetto,

ora

mi lascio scopare,

liofilizzato dai tuoi occhi arroganti

che non bussano

che non suonano

che non chiedono permesso

ma entrano

quando hanno voglia

loro.

 

Andrea Castiglioni