Ti terrò

0
346

Ti terrò

Ti terrò per mano, là,
dove la pace più non canta
e lo strazio degli alberi,
butta fuori spine di violenza.
Ti porterò via dai sassi
acuminati, dalle impronte
di morte lasciate in strada.
dalle bocche sguaiate,
piene di compromessi
e sangue.
Ti insegnerò l’arte
della sapienza, la musicalità
dei pianeti in transito,
il vagare delle stelle dopo
il tramonto e quel vento
d’amore che scompiglia
le mani e il cuore.
Ti terrò al caldo del pensiero,
in un angolo remoto
della mente, là dove l’alba
rischiara il mondo e sarà
soltanto tua: la speranza!

Maria Rosa Oneto