Ti aspetterò

0
172

Ti aspetterò

Ti aspetterò
sull’argine del fiume,
negli occhi, l’ebbrezza
dell’acqua e quel suono
spirituale che deterge
la bocca con il segno
della Creazione.
Porto dentro di me:
un’anima che ride,
un parlottare piano
tra la coscienza e
l’Infinito.

Una visione del Mondo,
fatta di terra e vento.
Di nuvole erranti e di
cieli non ancora persi.
Sento il clamore
di bimbi diventati angeli
e di madri che solcano
le tenebre tra la luna e
le stelle.

Ti aspetterò
sull’argine del fiume,
al concerto delle foglie,
accarezzando tremante
l’acqua che scorre.
Respirando il tempo,
che fugge dietro:
sogni e lusinghe,
a cuore aperto.
Vecchia di cent’anni,
bimba con ali di farfalla!

Maria Rosa Oneto