Terza puntata live Xfactor

0
254

Eccoci arrivati al terzo Live show di XFactor 2020. C’è attesa per le prove della serata che potrebbero portare sorprese. Poi c’è curiosità su chi uscirà dopo i Manitoba ed Eda Marì.

Anche stasera alla conduzione abbiamo Daniela Collu, con Catellan ancora impossibilitato.

Ospite della serata sarà l’ex giudice Fedez, fresco dei successi discografici di “Problemi con tutti”, “Roses RMX” (feat Dargen D’Amico) e “Bimbi per strada” (Children), oltre a “Bella Storia”. Oltre  al rapper ci saranno anche i Purple Disco Machine & Sophie And The Giants, col loro successo “Hypnotized”

Anche stasera ci saranno le due solite manche, al termine delle quali i meno votati andranno al ballottaggio, sfidandosi con il loro cavallo di battaglia. Insomma, non cambia la formula.

La serata inizia con i Purple Disco Machine & Sophie And The Giants, ospiti dells serata con la hit “Hypnotized”. Poi dopo gli spot, Catellan in diretta presenta i 4 giudici e l’ospite Fedez, oltre che la presentatrice supplente Daniela Collu. 

La Collu spiega che la puntata sarà “libera”, ovvero i cantanti sceglieranno se proporre un inedito o una cover.
Si parte con CmqMartina che presenta un suo inedito da lei scritto in collaborazione con Strange: Sparami.

Pezzo interessante, bel sound e ritmo, un pezzo elettro nel suo stile. Si ascolta bene, non mi è dispiaciuta, bella carica. Coreografia urban.

Agnelli approva ed anche Emma, trovano centrato il pezzo e adatto a lei. Anche per Mika e, ovviamente El Raton, esibizione a segno.

Il secondo in gara è Blind con Cicatrici, una composizione originale già proposta ai Bootcamp.

Lo stile è sempre quello di “cuore nero”, pezzo orecchiabile, molto spendibile nella discografia attuale (i numeri già lo premiano), se la cava bene, nel suo modus triste-sorridente. Bravo, e sciolto. El Raton chiede qualcosa di diverso. Concordo. Agnelli lo chiama rischio. Non è uscito dalla sua comfort zone. Comunque bravo.

Dopo Blind, ecco Vergo. Generi simili stili diversi.

Presenta La Cura di Franco Battiato, lo fa a suo modo, molto sensibile e teatrale. Brano difficile che interpreta e lo fa rischiando, in acuto, con una sorta di urlo liberatorio finale. Interpretazione originale. Ne esce bene, un personaggio centrato. Sia El Raton che Agnelli lo trovavano meglio la volta scorsa. Si mette in gioco e rischia. Altri meno ( Opinione personale ). Agnelli vorrebbe capire il percorso, per Emma con La Cura è uscita l’anima che con Bomba non si vedeva.

Poi ecco il primo gruppo, i LPOM (Little Pieces of Marmelade) con un inedito omonimo.

Pezzo di energia pura, nel loro stile un pò crossover, ma con un’identità ben definita, un pezzo di una qualità quasi artigianale nel duo genere. Per Mika manca sensualità, non si comprende bene in che senso. Per El Raton paragone con gli Audioslave. Nel complesso convincenti.

È la volta di Santi, si salverà ancora? Serve un colpo di reni.
Presenta Morrison un suo pezzo inedito. Un pezzo orecchiabile e molto pop, voce ben calibrata e una buona esibizione. Mika rimane dell’idea che debba decidere chi deve essere. Anche El Raton è della stessa idea. Per Manuel è molto empatico ma deve ancora trovare una sua strada. 

Intermezzo con l’ospite Fedez che canta i suoi ultimi pezzi.

Dopo la pubblicità arriva la busta che decreta il ballottaggio per Santi.

Nella seconda manche, si inizia con Blue Phelix con Mi Ami, suo brano inedito.

Canta in italiano, per la prima volta, un brano orecchiabile e sentimentale, con una parte in farsetto, se la cava molto bene, comunicativo e bravo. Piace a Mika, non tanto il pezzo, ma lui. El Raton approva e pure per Agnelli; il fatto di aver scritto in italiano e comunicato la sua urgenza emotiva fanno la differenza più del pezzo, non memorabile. Emma difende anche il pezzo.

Segue Mydrama con Vieni con me, prodotto da The Supreme.

Mydrama cambia canovaccio e la butta sul lato più allegro di se. Parte con un pezzo a ritmo, quasi rappato, molto attuale e ben prodotto. Una Mydrama nuova, per me brava, ma che rischia di banalizzarsi un pò. La vedevo spiccare di più in altre esibizioni. Comunque centrata nell’esibizione. Il talento resta e il timbro unico pure. Agnelli approva e sottolinea che rischia di perdere intensità con questo pezzo. Mika si raccomanda di rimanere se stessa. Ne esce bene.

Ora arriva il genio N.A.I.P.  con la sua oh oh oh che racconta le sue debolezze e gli errori ripetuti nella vita di N.A.I.P..

Vediamo oggi cosa inventerà: si inventa un pezzo niente male con la sua consueta follia d’avanguardia, fuori dagli schemi. A me è piaciuto ancora. Sono senza parole. El Raton e Agnelli approvano e anche Emma. Un vero genio e non uno che si atteggia ad esserlo. Un pezzo d’avanguardia che dimostra pure l’abilità con più strumenti di N.A.I.P.

È la volta di Casadilego con Lontanissimo, scritto insieme a Strage.

Altro talento in arrivo, con un pezzo che cambia corde, si va nella spensieratezza. Dimostra talento vocale anche a ritmi diversi, voce molto bella che sale e vibra che è un piacere. Brava, niente da dire. Impressionante il timbro e la sicurezza. Agnelli la ritiene intensa nonostante sia rimasta ferma sul palco. Ad Emma non piace il pezzo ma il talento di lei non è in discussione. Ne esce ancora alla grande.

Infine con Grounds degli Idles, ecco i Melancholia. Tra i favoriti. Sempre impressionanti nell’interpretare ogni pezzo. Ormai le parole son finite. La cantante poi ha grande presenza sul palco. Di loro non c’è molto da scrivere, notevoli.

Qui è meno scontato l’esito ma un sospettato ce l’ho. Ed è proprio lui: Blue Phelix.

Canta prima Santi con Bonsai. Poi Blue Phelix con South Dakota. Inediti ormai conosciuti. Bravi si, ma col senno del poi, forse Roccuzzo Emma avrebbe dovuto portarlo ai live, e non perché lo dice il web.

Si attende l’esito dei giudici: Emma deve decidere e non è in una bella situazione. Dopo una lunga prevedibile premessa, elimina Santi che viene ovviamente eliminato anche dai giudici.

Filippo Santi

Tutto sommato giusto, anche se a mio parere la voce di Santi è stata sottostimata da molti, perché considerato un pò acerbo.

Al prossimo live!