Tempo lieto

0
882

Passano su strati di pelle vissuta

i ricordi di gioie sopite..

malinconici stracci.

Raggi lampanti del tempo che fu

si accovacciano in una mente stanca.

Non si placa la mancanza di ciò che non è stato.

Ma tu..eri li che mi guardavi

tra sospiri di luna e inverni del cuore.

Uno strato sottile, invalicabile,

lascia fare al tatto il suo mestiere,

pensavo. Non lo feci mai.

Le nuvole arrivarono a ferire un percorso netto.

Con lampi e tuoni.

Ma ora son raggi, pure quelli son raggi.

Raggi lampanti del tempo che fu.

Nella mia mente stanca,

pronta a ripartire, verso il tempo lieto.

Dati Lorenzo