Svelata alchimia

0
543

SVELATA ALCHIMIA

 

L’incanto è guardare all’insù,

mirare la volta celeste

e perdersi tra fili iridescenti

che tracciano geografie

di un cielo stampato di stelle.

 

Slegare il pensiero

tra sbiaditi itinerari

e sconfinare tra verità profuse

in un’ora non ben definita.

 

Ricercare insolite geometrie

di opere ancora in fieri

e figure aleatorie

che sublimano il pensiero.

 

Aggirarsi tra segmenti

di infiorescenze emotive,

che sanguinano versi

d’improvvise alchimie

nell’andante afflato

di una sorgente catartica.

 

Linfa di una lenta,

inaspettata ispirazione

che nasce da un viaggio

in una lauta terra di stille

che sgorgano da fonti sorgive

in zampillanti silenzi dell’animo.

 

Parole di sogni disfatti

versate al mattino,

quando l’ieri ancora incide sull’oggi

e l’oggi lascia il suo acconto al domani.

 

Svelata è la poesia,

come riflessi di luci sulle acque

tra le nebbie della sera

a rivelar il rintocco del tramonto

che argina il giorno e annunzia la notte.

 

ANNA CAPPELLA