Stimati

0
1187

Quando sei circondato da persone che ti sottovalutano, che ti criticano e ti giudicano, senza capire cosa ci sia dietro un tuo comportamento,  una tua azione od omissione, a lungo andare, come una candela che si consuma,  così  va via la tua autostima. Ti senti svuotato, senza più un’ anima, solo un corpo sporco con uno spirito emigrato chissà dove…

Vivi come un’ automa, non trovi più un senso alle cose che fai e, come una profezia che si autoavvera, inizi a chiudere il tuo cuore, i tuoi occhi diventano di ghiaccio e fanno seguito stranamente dei comportamenti talvolta meschini, egoisti e incomprensibili, che non t’ appartengono.

Un giorno, però come per magia, fato o disegno divino,  quando  ormai non ci credevi più,  incontri qualcuno, che con una giusta parola, un sorriso al momento propizio,  riesce a toccare, con delicatezza, le corde del tuo cuore.

Questo qualcuno ti comprende, ti parla e ” sente” tutte le sfumature della tua anima, che credevi sepolta.

Pian piano torni a credere in te stesso, in quella persona che eri, ma che in pochi si sforzavano di capire e ancor meno,  stare accanto.

Il tuo cuore lascia l ‘ inverno e ritrova il calore del sole di primavera, i tuoi occhi si ridipingono di mio è sfumature iridescenti.

Anche questa volta, come una profezia che si rivela, dai vita come a un circolo virtuoso, a cose positive, belle, che ti danno la carica.

Sono andati ormai i tempo in cui ti svegliavi senza più sapere chi eri.

Adesso hai un obiettivo : non deludere chi crede in te,  rimboccarti le maniche e realizzare tutti quei sogni ancora chiusi nel cassetto, da cui tutti ti avevano allontanato.

Adesso lo sai, sei speciale, sei una bella persona e l’ opinione negativa degli altri non ti farà più vacillare.

Non proverai piu neppure rabbia o rancore,semplicemente non ti hanno capita. Pazienza.

Invece tu hai capito loro, gente che  si ferma all’ apparenza, vivendo nel loro bozzolo di pregiudizi preconfezionati.

Perché ricorda,tanti ti hanno conosciuto, molti  ti hanno frequentato, pochi ti hanno capito e rari sono rimasti al tuo fianco.

Tu vivi per quei rari.

Giorgia Linho 

CONDIVIDI
Articolo precedenteAndrea Mauri. Mickeymouse03
Articolo successivoVolteggiando
Sono nata a Napoli, 31 anni fa, in un freddo sabato di novembre. Ho studiato per assistente sociale presso l'Università "Federico 2". Amo la lettura fin dalla più tenera età e scrivo per passione solo da poco. Madre di un bambino di 9 anni, amo viaggiare e conoscere nuove culture e realtà.