Sorgente e madre

0
242

Vi era un tempo di equilibrio di unione,
tra la Sorgente e la Madre,
Tra Angeli e Dee.
Ma in una notte senza luna,
sorse da una pietra senza anima,
un fiore senza profumo.
Gli occhi delle Dee
non seppero più distinguere quelli degli angeli. Gli angeli scacciati,
incapaci di vivere senza amore, morirono senza poter morire.
Come disperati fantasmi tra le stelle, fino a dimenticarne quasi il senso, sino al tempo del grande risveglio.
Allora scesero nel mondo nudi,
vestiti solo del loro amore,
cosi immenso puro come acqua.
Forte come il sole,
incuranti del dolore del loro corpo e mente. Inconsapevoli
di quella terribile fragilità umana,
anime scese per ristabilire il contatto,
verso quelle Dee nate per amarli e diventate loro carnefici indifesi, e massacrati sino a che uno troverà la Dea che custodisce
il fiore senza profumo.
E in una notte di luna piena riuscire ad estirparlo con un bacio, cosi puro
da farle di nuovo battere il cuore,
verra cosi ristabilito
l’equilibrio tra la Sorgente e la Madre, e tutto avra di nuovo senso..

Grazie Francesco Fortuzzi