Sonata al chiar di luna

0
1198

 

chiar di luna

Siedo li,una leggera brezza marina

accarezza i miei capelli,

delicata. 

La luna beffarda illumina la notte,

il promontorio nero giù in fondo,

si perde di blu,mentre la baia gioca

con la luna..io gioco coi tuoi occhi,

le tue mani delicate si appoggiano al pianoforte

lasciano fluire le note,

Beethoven accende brividi di vita,

mentre i due metri di spazio tra noi

s’azzerano,lascio fluire il liquore sorseggiato,

tu mi sorridi,fai il paio con la luna,

ma scaldi di stella viva le mie membra,

un sospiro e lo sguardo si perde all’orizzonte,

cullato dalle note lievi,geniali,candide come l’anima

di un bimbo..

non c’è spazio per malinconie,

solo presente, solo adesso, solo noi,

…t’amo