Silenzi dell’anima

1
1433

ROSELLA LUBRANO

”  SILENZI DELL’ ANIMA  “

Ho attraversato le inquietudini

del mio tempo

nei deserti di sale

dell’ anima,

ho raccolto gocce di solitudine

nel perenne fluire

dell’ esistenza.

Ho viaggiato controvento

su vele squarciate dall’ incomprensione,

ho costruito piramidi di illusioni

sull’ asfalto del mio cuore.

A volte è difficile non morire !

Ho camminato ,

come un vaso di coccio

tra i meandri dell’ indifferenza

in uno scafandro d’ argilla ,

ho abitato una terra sterile,

scavando a mani nude

per trovare l’ essenza del mio io.

E ora sono qui,

debole statua di cera ,

il vento spettina i miei pensieri,

i miei ideali, il mio tutto,

la pioggia schiaffeggia

le mie delusioni,

ormai il freddo mi brucia dentro

sotto un cielo silente,

io, avvizzito ,

calpestato,

deriso,

io,

schiavo del nulla.

1 COMMENTO