Sguardi dalle Dolomiti #2 – Spalti di Toro

0
1734
Spalti di Toro

Testo e foto di Giulio Zucchetto per Incontrarte Feltre |

| Gli Spalti di Toro sono un gruppo montuoso delle Dolomiti Friulane (chiamate anche Dolomiti d’Oltre Piave) situate lungo il confine orografico tra le province di Belluno e Pordenone. Insieme ai Monfalconi, da cui sono divisi dalla Forcella Montanaia, formano una lunga e frastagliata catena montuosa di circa 11 km, che scorrendo da nord a sud mostra una composizione di numerose cime e forcelle.
In parte visibile dalle sponde del Piave del Centro Cadore, si tratta di una struttura montana quanto mai complessa e allo stesso tempo stravagante e bizzarra.

Un intricato sistema di guglie, pinnacoli ed eccentriche cime ci mostra, come pochi altri luoghi, l’incredibile creatività delle cime dolomitiche, sagome temerarie ed imprevedibili, come se fossero una creazione di un magistrale ma allo stesso tempo eccentrico scultore. E’ veramente difficile pensare alla casualità dei fenomeni naturali di sedimentazione, sovrascorrimento ed erosione quando ci si trova di fronte ad un simile spettacolo.

Il curioso nome deriva dai Longobardi, presenti nella vallata cadorina adiacente, che chiamarono questi monti in onore del Dio Thor, il “Dio del fulmine”. Molte di queste cime sembrano infatti ricordare delle saette di fulmine scagliate contro il cielo. Innegabile è la sensazione, passeggiando al cospetto di questo anfiteatro montano, di essere immersi in qualcosa dal richiamo mistico, e non stupisce pertanto quest’antica attribuzione mitologica.

I principali e più semplici accessi al gruppo sono da Domegge di Cadore verso il Rifugio Padova (nel versante veneto nord occidentale) e da Cimolais e Val Cimoliana verso il Rifugio Pordenone (nel versante friulano sud orientale), punti di partenza sia per semplici e rilassanti escursioni ma anche per escursioni più impegnative ed alpinistiche.