Semi di primavera

0
972
“Semi di primavera”
 
di Maria Rosa Oneto
Semi di primavera
come stelle sconosciute
tra rondini invadenti
e uno schizzo d’Infinito.
Il mare si stende ai miei piedi,
liberando carezze,
emozioni scomposte,
brividi dal sentore cortese.
Un vento
odoroso di giovinezza,
riscalda il cuore, riempie la bocca,
scende lungo la gola riportando in vita
ogni anima sola
che il destino ha tradito.
Semi di primavera
nel taschino dell’abito buono.
In quel velo annodato al ciliegio.
Nella catena di ruggine e sale
ancorata a riva.
Tremano le mani
al desiderio di un lungo bacio.
Passione lasciata andare
tra l’Eternità e il cielo.