Sei

0
861

Tu sei
Il mio verbo mai espresso fatto carne
La finestra su una realtà che rinnego
Su sogni che bramo di raggiungere
Che tremo AD abbracciare
Io così poco avvezzo alla felicità
Io come un bambino
Che vuole tenerti per mano
Mentre insicuro mi avvicino
Al padre ed alla madre
Di ogni mia lacrima
Il mare….

(FortuzziFrancesco)