Se la mia anima

0
1410

“Se la mia anima”

di Maria Rosa Oneto
Se la mia anima fosse vento
la lascerei libera di volare,
d’innalzarsi fra la terra e il cielo.
Di correre su pianure sconfinate.
Di cantare l’Amore: simbolo del Creato.
Se la mia anima fosse acqua
vorrei raccoglierla entro filari d’uva.
Vederla serpeggiare fra scoppi di bouganville,
dietro cancelli arrossati dal sole.
Su Crocifissi di perle e oro dove
piegasti le ginocchia, pregando il Signore.
Se la mia anima fosse uguale
al profumo del mare, ne farei giorno d’estate,
alba invernale passata accanto al camino,
aiuola da giardino dove sonnecchiano anziani
e strillano bimbi ignari del loro destino.
Se la mia anima fosse poesia, corroderei gli scogli
al tamburellare di onde salmastre,
preda della risacca che come matrigna
mi scaraventa a riva senza pena alcuna.