Rucola,benefici che non ti aspetti

0
1118

rucola2

Siamo soliti parlare di rucola per le sue qualità culinarie in particolare in abbinamento a carne come la tagliata ma anche in insalata o all’interno di piadine,panini. Non ho alcuna intenzione di rompere l’incantesimo, semmai di aggiungerci un po’ di pepe. Si, perché la rucola ha anche un sacco di proprietà ed è finita dentro la mia rubrica di alimenti benevoli. A parte gli scherzi,la rucola o Eruca Sativa, una pianta erbacea annuale dal fusto dritto alta fino a 40 cm che produce foglie di durata breve, breve è infatti il lasso di tempo tra semina e raccolta,è ricca anche di qualità utili al nostro organismo. La rucola, la cui variante selvatica è una pianta rustica e perenne che presenta foglie allungate e frastagliate e fiori di colore giallo vivo, è una specie annuale con foglie larghe e arrotondate nella parte superiore e fiori di colore bianco-grigiastro. Il suo sapore,come gran parte di voi sapranno è piuttosto acidulo e risulta un po’ piccante per via della mancanza d’acqua, crescendo questa pianta in terreni piuttosto aridi o comunque dove l’acqua scarseggia.

Proprietà della rucola:

Ne è ricca, di proprietà, vere e presunte. Fin dall’antichità la si considerava afrodisiaca tanto da essere addirittura utilizzata per curare l’impotenza. Ricca di vitamine e di minerali, è fonte di vitamina C e acido folico e ha l’effetto di creare appetito.  È considerata un ricostituente per rimettersi in sesto dopo una brutta influenza o una malattia,è altamente diuretica perché ricca di acqua il cui contenuto sfiora il 90% e quindi è un coadiuvante nella lotta contro la ritenzione idrica e la cellulite.Fa bene alle ossa perché contiene anche vitamina K, A e B che, insieme all’acido folico, al calcio e al magnesio aiutano contro l’osteoporosi. I nutrizionisti infatti la consigliano alle donne durante il periodo della menopausa.

Uso:

Ci sono un infinità di modi per assumere rucola che ha la caratteristica di essere molto povera di calorie, solo 25 ogni 100gr. La rucola va raccolta quando è di colore vivo e coi fondi ben delineati, non quando è gialla e in generale va consumata fresca. Va lavata e conservata in un sacchetto di carta dopo averla asciugata bene. Sembrano banalità ma per mantenere le proprietà degli alimenti vanno sempre seguite delle semplici procedure. Si può consumare in insalata, come contorno, in aggiunta a piatti proteici, come ingrediente di sughi o condimenti. Infine è utilizzabile anche per preparare tisane e decotti. Unica precauzione, come sempre, non esagerare perché ad alte dosi può causare irritazioni attraverso la produzione di un metabolita. W la rucola.

rucola