Ricordi lontani

0
273

I ricordi di racconti lontani
annebbiano i miei occhi e l’anima fa male…
Tramonti sul fiume d’estate la sicurezza di mio padre e l’amore di mia madre io e mio fratello giocare felici..
Un’altra vita … un’altro tempo…
Ho voglia di vedere brillare le lucciole e non vedere più lampioni…
Condomini di eterni sconosciuti….
Ho voglia di sedie e risate nell’aia tra galline e bimbi che giocano…
Macchine e camion che corrono inquinando il silenzio della notte…
Ho voglia di addormentarmi tra il canto dei grilli e l’abbraccio delle onde…
Non lasciare Dio che io viva da automa..
Lascia che io muoia dopo aver vissuto da uomo….

FortuzziFrancesco