Respiro

0
499

Il mare può rappresentare la libertà ma può anche rievocare la sensazione di non riuscire ad arrivare mai all’aria, alla salvezza quando sei in profondità e ti manca il respiro.

Essere particolare, non sentirsi per certi aspetti accettato, oppresso: Grazia è così, alla continua ricerca di boccate d’aria per continuare a vivere.

In Respiro, Crialese riesce a descrivere in maniera minuziosa e profonda la vita nell’isola di Lampedusa, attraverso i colori, le lucertole e i fichi d’india, ma soprattutto attraverso di loro, i suoi abitanti.

A volte sembra di essere, li, presenti; prendere a braccetto Grazia e dirle:” respira e fai quello che vuoi, sempre.

Vuoi crearti una videoteca ricca di film di qualità? Segui i consigli di Veronique!

VLM

A ciascuno il suo cinema