Recensione di Rached

0
132

Ratched è una miniserie americana, basata sul romanzo “Qualcuno volò sul nido del cuculo” di Ken Kesey. Racconta le vicende che vedono per protagonista l’infermiera Mildred Ratched, mettendo in luce le sue abilità manipolative e un anomalo cinismo.

Il cast vanta la presenza di Sharon Stone e di Cynthia Nixon e di altri attori meno noti ma comunque bravi. I primi episodi sono abbastanza inquietanti e truculenti (il secondo in particolare mi ha colpita molto negativamente). Nel susseguirsi degli eventi la storia si ammorbidisce diventando paradossalmente melensa e confermando l’improbabilità di quasi tutte le vicende. Il personaggio stesso della protagonista perde di fascino, apparendo tutto di colpo fragile e vulnerabile.

I moventi che spingono i personaggi sono deboli e dopo un inizio anche fin troppo audace improvvisamente il regista diventa molto cauto. Gli elementi che mi hanno colpito in positivo sono i costumi, gli scenari e l’interpretazione di alcuni personaggi come Judy Davis nel ruolo dell’infermiera Betsy Bucket e Alice Englert nel ruolo di Dolly.

Nel complesso una serie che scorre veloce essendo composta da solo 8 episodi, può meritare la visone ma temo non rimanga impressa per originalità o per particolare attinenza con la realtà.