Recensione di After, un film di Jenny Gage

0
248

 

Il film è ispirato all’omonimo romanzo scritto dall’autrice americana Anna Todd, fenomeno letterario sbocciato su Wattpad. Inutile dire che la storia in sé è davvero super banale e scontata. Sono conscia che si tratta di un teen movie alla stregua di Tre metri sopra il cielo, ma moltissimi film dello stesso genere come per esempio Kiss me o Dieci cose che odio di te, hanno un appeal differente.

 Il personaggio a mio avviso meno riuscito è Hardin Scott, che del classico ragazzaccio maledetto che porterà la povera e sprovveduta verginella alla perdizione ha ben poco se non i tatuaggi e le giacche di pelle nera: legge i classici femminili e fatta eccezione per scatti d’ira appena abbozzati è un bravissimo ragazzo.

C’è da dire che molte storie di questo genere nella trasposizione cinematografica perdono moltissimo, poiché non è possibile leggere le emozioni dei protagonisti se non tramite l’interpretazione degli attori. Non avendo ancora letto il romanzo, non posso dire se questo è il caso, ma sicuramente il film non invoglia alla lettura.

A cura di Eleonora Panzeri