Recensione: “Beautiful Bitch” di Christina Lauren

0
712

Buongiorno lettori di loscrivodame.com e buon 2017!

Voglio inaugurare il nuovo anno parlandovi di un libricino firmato Christina Lauren. Ebbene si, se ricordate avevo già avuto modo di leggere qualcosa di queste due autrici e non ne ero rimasta molto entusiasta! Però ho sentito varie voci parlare molto bene della serie “Beautiful Bastard”, papabile concorrente della ben nota serie di 50 sfumature. Ebbene, ora vi dirò la mia!

512kr1cna7lTRAMA

La vita di Bennett Ryan non è facile: ha trovato la donna giusta, l’unica in grado di tenergli testa, ma non riesce a stare insieme a lei quanto vorrebbe… Lei è Chloe Mills, la sua ex stagista, ora un’affascinante giovane donna in carriera, che continua a farlo impazzire di desiderio ogni volta che si incrociano negli uffici della Ryan Media Group. Proprio quando il lavoro di Chloe arriva a una svolta importante e sta per decollare, Bennett desidera che tutto rallenti un po’ per poter finalmente passare una notte selvaggia con la sua fidanzata. Metterà Chloe di fronte a due biglietti aerei, destinazione una meravigliosa villa in Provenza, deciso a non accettare un no come risposta e a rimandare ogni discussione a una lotta sotto le coperte…La complicità incandescente dei protagonisti di Beautiful Bastard torna a divertire ed emozionare le lettrici che amano le commedie romantiche con qualche scintilla.

IMPRESSIONI

Partendo dal presupposto che è stata una lettura molto random, ovvero senza rispettare un minimo di ordine di uscita dei libri, ho voluto lo stesso rischiare, anche non avendo una trama ben precisa in mente, visto che i precedenti li avrò forse letti un paio di anni fa. Comunque non ho riscontrato grande difficoltà ad orientarmi: la storia è scritta molto bene, con molti rewind utili appunto per quelli come me, che si sono approcciati totalmente a caso alla serie!

Devo essere sincera, l’ho apprezzato molto, sopratutto in termini di scrittura: uno stile totalmente diverso da quello che avevo trovato in “Sublime”. Molto allegro e vivace, amore folle e senza redini: ecco quello che troverete all’interno di un libro di modestissime dimensioni ma molto ricco nel contenuto. Circa 100 pagine che vengono vissute in totale simbiosi con i personaggi e che non ti asciano distogliere lo sguardo nemmeno per un minuto.

Ovviamente la storia non è nulla di che, molto frivola e banale a dirla tutta, ma il modo in cui è stata elaborata la rende ugualmente appetibile e interessante. Un buon compromesso per chi ama il genere romance ma non vuole imbarcarsi in storie lunghe e con trame più elaborate. Consigliato.

Fatei sapere cosa ne pensate e se o avete letto.

A presto,

Arianna