Quell’unico vestito

0
262

Quell’unico vestito

Di Maria Rosa Oneto

Su quell’unico
vestito di carne,
abbiamo appeso:
trine, merletti,
ori fasulli
e pietre di mare.
Con quell’unico
vestito di carne,
dove il sole sorgeva
e la luna tramontava,
abbiamo
raccontato amori,
fiabe da poco
inventate,
storie di saggezza
e follia,
lugubri guerre,
pestilenze e fame.
Con quell’unico
straccio di carne,
abbiamo percorso:
paesaggi,
mari tormentati,
boschi in fiamme,
deserti d’acqua
e oasi dove
stendere le ossa.
Su quell’unico
vestito di pelle
viva,
abbiamo tracciato
la storia.
Libri ancora da
scrivere.
Ricordi liberati
in aria.
Petali spogliati
d’anima,
resi di sabbia
al soffio del vento.
E nell’Eterno
ancora vaga
il nostro sterile
tormento!