Quattro libri per settembre

0
107

Quattro libri sul mese di settembre

Settembre è la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno. Un mese affascinante che ha ispirato tanti autori. Tra i tanti libri ispirati a settembre eccone quattro, li avete letti?:

  • Settembre 1972

Di Imre Oravecz

Si tratta di un romanzo in versi molto apprezzato che racconta in 99 istantanee la storia di un amore, dal suo prologo al suo epilogo.

Venne pubblicato nel 1988 in Ungheria, le copie vennero esaurite in poco tempo e il libro ebbe grande successo.

Una donna e un uomo si conoscono, si innamorano, si sposano, hanno un figlio e poi si separano. Questo perché la donna non può vivere con l’uomo. Anche lei lo ama, ma non sopporta di essere proprietà di un solo uomo, anche se è padre del loro figlio. Il testo racconta minuziosamente i fatti. Il primo incontro, i primi amplessi, le prime gelosie e i primi tradimenti, di lui e di lei. Poi segue la storia della separazione fisica e spirituale.

 

  • Le luci di settembre

Di Carlos Ruiz Zafòn

Nell’estate del 1937, Simone accetta un posto di governante presso Cravenmoore, la tenuta di proprietà del fabbricante di giocattoli Lazarus Jann, e vi si trasferisce insieme ai figli Irene e Dorian.

Qui sembra regnare l’armonia e Irene si innamora del solitario Ismael. Ma a questo punto macabri eventi iniziano ad accadere in successione e un’ombra misteriosa e crudele si impossessa della magione.

Spetterà a Irene e Ismael svelare l’oscuro enigma che li unirà per sempre e li trascinerà nella più emozionante delle avventure.

  • Ho paura che arrivi sesettembre

Di Francesco Toma

Come si dimentica un’estate come quella dopo la maturità? Non è possibile dimenticare, è un qualcosa che va raccontato fino allo sfinimento.

I giorni di Agosto vissuti in compagnia delle persone più giuste del mondo te li porti dietro come i più belli di una vita intera.

Edoardo ed Eva, un salentino e una milanese in vacanza, sperimentano cosa voglia dire innamorarsi a diciotto anni, sotto ad un sole cocente e a una valanga di cocktails.

E scoprono una inesorabile e totalizzante paura di Settembre. Un insieme di sensazioni iintensedove il tempi finisce per essere un nemico:

Una storia che è quella di tutti, perché chiunque, almeno una volta, ha sperato che Settembre non arrivasse mai.”

  • Settembre può aspettare

Di Susana Fortes

Rebeca Ardán è affascinata dalle opere e dalla figura di Emily Parker, una scrittrice inglese scomparsa misteriosamente a Londra l’8 maggio 1955, durante le celebrazioni per il decimo anniversario della fine della Seconda guerra mondiale.

Rebeca decide di lasciare Santiago de Compostela e andare a Londra per scrivere la tesisti dottorato su di lei.

La partenza è un modo per allontanarsi da un fidanzato che lei non è più sicura di amare e da un futuro che le sembra scritto da altri.

Rebeca si dimostra una donna troppo indipendente per la sua epoca, che vive un amore nato durante la guerra e sfiorito nella routine e nel quotidiano.

Rebeca svelerà il segreto di Emily Parker, sistemerà la sua vita e a diventerà padrona del proprio destino.