Prima festa in difesa del Gatto Nero a Tuglie

0
370

Finalmente dopo anni di lavoro, di attese e rinvii, ecco finalmente la prima festa del gatto nero. Sono contento non solo di aver finalmente realizzato questo evento, ad un certo punto mi sembrava che la scelta del 17 novembre era sbagliata dal punto di vista astrologico, visto che ogni anno saltava per le cause più disparate. Stavolta però ci siamo e particolare non trascurabile, almeno per me, averlo realizzato nel mio paese natale Tuglie.

La Prima festa in difesa del Gatto Nero diventa realtà grazie non solo alla mia cocciutaggine ma anche all’aiuto delle tre associazioni culturali tugliesi che hanno reso possibile la manifestazione, Artistika, Le Officine, Amici della Biblioteca. Per questo evento, infatti, vorremo esorcizzare tutta l’energia negativa che richiama a sè altra energia negativa sviluppata dall’uomo, vestendoci TUTTI di nero ! Chi possiede un pò di fantasia potrà anche conciarsi da gattone nero o gattona, che ne dite ?

Ci state ? Inizia così con l’aiuto e l’alleanza delle tre associazioni la Campagna Nazionale di ” Riabilitazione Sociale del gatto Nero “, attraverso l’informazione e la sensibilizzazione, perseguendo i reati contro di essi, a partire dalle Sette Sataniche, ai crimini quotidiani della subcultura popolare. Siete tutti invitati sabato 17 novembre tra le 17 e le 21 nella prestigiosa sede della biblioteca Fiore Tommaso Gnoni in via Risorgimento, 19 a Tuglie, la sola vostra presenza sarà indice di considerazione e rispetto per queste splendide creature perseguitate da secoli, compresa la nostra epoca che per alcuni definirebbero ” civile ed evoluta “. L’evento prevede che appunto gli adulti con la loro presenza ed il vestire di nero, per richiamare i colori della festa, possono creare finalmente un attenzione ed un faro acceso in difesa di questo splendido felino.

Per i più piccoli, veri protagonisti della serata ci saranno laboratori e letture con il seguente programma : alle ore 17.30: ci saranno laboratori creativi per bambini per creare sintonia con la festa, alle ore 18.30: letture per bambini ed alle ore 19.00 l’intervento di Raimondo Rodia che non solo spiegherà i fini ludici e sociali della festa, ma coinvolgerà grandi e piccini con favole ed aneddoti legati al gatto nero. Non vi resta che invitare tutti, ma proprio tutti gli amici dei Mici. Il gatto nero è sempre stato considerato portatore di sfortuna, perché si pensava che incarnasse il male. La giornata dedicata al gatto nero è il 17 novembre per due motivi: diciassette perché è il numero che rappresenta, per i superstiziosi, sfortuna e novembre perché è il mese in cui si raggiunge il culmine maggiore di uccisioni di mici neri. La diceria che il gatto nero porta sfortuna ha radici molto antiche e noi siamo qui a sfatare arcani pensieri e superstizioni.

Raimondo Rodia