Poesia tenera

0
1298

Vele arancine solcano il cielo,

cristallo d’aere caldo ed estivo

nuvolette bianche limitano il rivo.

 

Nevicano dai pioppi bianchi

istanti distanti e stanchi,

affiorano nucifere al levante.

 

Velo di Maya sullo zombie,

cristalli di parole sciocche,

coniugi di morti mondi.

 

Gelo s’annida nel cuore scarlatto

violante amore verde coatto,

i tuoi occhi muovono ogni atto.

 

Eugenio Kaen