PER(CORRERE)

0
544

Nonostante tutto, aveva ancora tanto da dare e il suo cuore nobile non era stato inficiato dalla troppa superficialità e pochezza finora incontrata e subita..

Ma non aveva più alcuna voglia di correre dietro nessuno: amici, conoscenti o quant’altro.. e, nel contempo, non le interessava neanche farsi rincorrere.. Giochi stupidi che non portano da nessuna parte, pensava..

Aveva finalmente compreso il reale valore del suo tempo e non voleva sprecarlo e selezionava.. Ma tuttavia credeva ancora nel prossimo..

Desiderava incontrare qualcuno che paradossalmente, avesse poco tempo perché preso dalla voglia di realizzarsi, dai suoi interessi ma che quel poco tempo a disposizione, desiderasse investirlo con lei..

Voleva arricchirsi di qualcuno con il quale fare lunghe passeggiate, ammirare la bellezza di un tramonto, condividere interessi e scoprire passioni comuni e soprattutto aprirsi liberamente senza temerne il giudizio..

Non indossava maschere che non sarebbe stata in grado di gestire e sarebbero cadute in fretta.. Si mostrava sempre per ciò che era, difetti e fragilità incluse..

Le fragilità appartengono alle persone vere e pure e sperava un giorno, di trovarle in qualcun altro: ciò non le faceva paura, anzi le dava speranza di avere davanti una persona e non un individuo freddo e vuoto, come tanti, anzi troppi..

Desiderava investire il suo prezioso tempo, con qualcuno che l’ascoltasse come faceva sempre lei.. Cercava quella presenza che finora era quasi sempre stata data ma non ricevuta, cercava occhi intensi e profondi dentro i quali specchiarsi e rivedersi..

Correre è stancante.. voleva percorrere una nuova strada godendo di una buona e piacevole compagnia alla quale dare attenzioni e sulla quale poter credere ancora..