Penzola la luna

0
940

“Penzola la luna”

di Maria Rosa Oneto

Penzola la luna
da un cielo di cartone.
In mano: corde di chitarra

Un soffio di candela
accende i capelli
illuminandoli di un rosso Tiziano.
Alla finestra un gatto si raccoglie.
Altre albe restano in attesa di un concerto.
A piedi nudi
lascio le mie impronte sulla neve.
Penzola la luna
come altalena di legacci e faggio.
Rimbalzo
e piu’ non vedo l’orizzonte
a cui mi son donata.