Passione e Mistero di Eleonora Castellano. Recensione a cura di Monica Pasero

0
1016

Molto spesso il nostro rapportarci con gli altri, in età adulta, viene forgiato nei primi anni della nostra vita, quando muoviamo i primi passi, apprendendo da ciò che ci circonda. La famiglia svolge un ruolo chiave in questo nostro percorso, portandoci l’esempio su come ci si relaziona; ma sappiamo, ahimè, che non tutte le famiglie vivono in amore e rispetto e questo induce ad avere solo una fetta della reale condizione umana sia in bene che in male.

L’autrice ci porta a conoscere la storia di una giovane donna che, forse per l’esempio avuto da una mamma assente, apatica alla vita, e un padre che cerca amore in un’altra donna; cresce con la convinzione che l’amore, forse, non esiste e ricerca, nelle sue relazioni, storie che finiranno, perché in fondo, anche se dà la colpa alle situazioni esterne, lei desidera questo: la fine!

Roberta la protagonista di questo libro mi fa pensare a quanto la paura di amare sia così forte al giorno d’oggi da veder il male anche quando non c’è; ogni appiglio è buono per contrastare un amore, forse l’incredulità che esso lo sia ci spaventa così tanto da preferirci infelici che tentare di viverlo.
L’autrice ci conduce in una narrazione dettagliata che tocca tematiche importanti. Una storia che si inerpica in tante piccole storie parallele tutte concatenate tra loro. Piccoli tasselli di un passato sconosciuto alla giovane che le faranno comprendere meglio le scelte e gli stati d’animo dei suoi genitori e la porteranno a dare un quadro preciso del suo malessere; aiutandola a comprendere i suoi sbagli e le sue mancanze.

Passione e Mistero è una storia semplice che ci porta a riflettere su quanto la nostra psiche rimanga condizionata dall’ esempio ricevuto e in qualche modo rinchiusa in schemi mentali sbagliati che non ci permettono di vivere felicemente il futuro.
Tra le sue pagine scopriremo la rinascita di questa giovane donna che, passo dopo passo, giungerà all’amore, quello vero, quello tanto temuto e respinto e grazie al suo cammino, nei meandri dei ricordi famigliari, giungerà ad unire tutti i tasselli di un’infanzia faticosa portandola alla consapevolezza che il dolore esiste, non vi si può sfuggire ma nel contempo v’è anche l’amore e la gioia da vivere. Tutti meritano un’altra possibilità e anche per lei è giunto il momento di andarsela a prendere.

Monica Pasero