Panta rei

0
1089

ROSELLA LUBRANO

” PANTA REI “

Tutto scorre
da primordiali soffi del tempo
a ineluttabili metamorfosi
dell’ io che gioisce e si dispera
in un guscio di latta.
La mia fragilità nuota
in antri oscuri,
si crogiola in fiumi di lava
nel perenne bisogno di sconfiggere
il silenzio assordante dell’ anima.
voli pindarici, graffi di lacrime
bucano l’ ultimo anelito di felicità,
se mai da qualche parte esista.