Ortaggi snellenti

0
285

Si va in cerca di mille rimedi più o meno validi per perdere peso ed eliminare i grassi in eccesso, ma se in realtà si potesse fare in modo meno complicato? Chi dice debba essere tanto complicato e difficile, forse basterebbe per un pò abituarsi a mangiare altro, come zuppe e minestre.

Minestre e zuppe, specie se inserite in una dieta completa ed equilibrata, sono piatti ideali per ottenere due vantaggi: Aumentare il consumo di ortaggi e mantenersi in forma.

Diversi specialisti in scienze dell’alimentazione, nutrizionisti, sostengono con assoluta certezza l’assunto per cui l’accoppiata benessere e forma vadano molto d’accordo con le zuppe.

I motivi sono le fibre solubili, di cui le zuppe sono ricche, che aumentano la sazietà, rallentando l’assorbimento di zuccheri e grassi. Ma anche le fibre insolubili, che regolarizzano l’intestino e favoriscono lo sviluppo della flora batterica buona, migliorando la digestione.

Enzimi, acqua e minerali, presenti negli ortaggi delle minestre, stimolano la depurazione dell’organismo ed eliminano l’eccesso di tossine. 

Non tutti gli ortaggi sono efficaci allo stesso modo, ve ne sono alcuni migliori. Sicuramente quelli di stagione hanno una marcia in più, essendo ricchi di antiossidanti dall’azione antinfiammatoria. Sono questi che favoriscono il mantenimento del peso forma, prevenendo il rischio di obesità.

Un consiglio è quello di arricchire zuppe e minestre con vegetali di colore diverso, in modo da differenziare i vari elementi utili alla causa.

Frutta e Bacche – Frutta Secca, Disidratata, Essiccata e Bacche.

Ad esempio gli ortaggi rossi sono ricchi di licopene, che stimola la circolazione del sangue e riduce i gonfiori.

Gli ortaggi bianchi, come ad esempio il cavolo, sono ricchi di quercetina, una sostanza che contrasta ritenzione idrica e cellulite.

Gli ortaggi di colore blu-viola, sono invece utili a contrastare l’accumulo di grassi nelle arterie e il colesterolo, essendo ricchi di antocianine.

Infine quelli verdi sono ricchi di clorofilla.

Molto importante affidarsi ad ortaggi di stagione e abbinarli nel modo corretto. Ma ci sono delle regole: per esempio la vitamina A e la vitamina E vengono assorbite meglio dall’organismo quando vengono associati ad una fonte di grassi all’interno dello stesso pasto.

Il trucco classico è condire zuppe e minestre con dell’olio extravergine d’oliva a crudo. Questo assicura acido linoleico e altri grassi essenziali che aumentano la sazietà e mantengono attivo il metabolismo. In questo modo si mangia meno, si brucia di più e si resta in forma.

Tra gli ortaggi ve ne sono una decina che spiccano per qualità: 

  • I carciofi: Noti da sempre come cibo sano,  favoriscono in effetti la secrezione di bile e aiutano fegato e digestione. Inoltre hanno eccellenti proprietà diuretiche e lassative. Apportando poi cinarina e luteolina,  contrastano pure l’accumulo di grassi, tra cui soprattutto il colesterolo cattivo.
  • Il topinambur: Un ortaggio super saziante che possiede ottime fibre solubili che rallentano l’assorbimento di zuccheri e grassi e aiutano anche a calmare il senso di fame. Contenendo poi inulina, favorisce l’equilibrio della flora intestinale, grazie ad un’azione prebiotica.
  • Lo scalogno: ortaggio ricco di acqua e fibre, è perfetto per la dieta e assicura vitamina C e potassio, un toccasana per la circolazione sanguigna.
  • La zucca: Fonte eccellente di vitamina C, ha un’azione antiossidante e antinfiammatoria. Favorisce inoltre la circolazione sanguigna e combatte la ritenzione.
  • La Scarola: ortaggio che ripulisce l’organismo dalle tossine in eccesso.
  • Il porro: ortaggio ricco di fibre che stimolano il transito intestinale e favoriscono l’eliminazione delle sostanze di scarto. Fornisce ben 31 calorie ogni 100 grammi, pochissime!!.
  • I broccoli: ricchi di vitamina B2, B5 e B9 che favoriscono il funzionamento del metabolismo.
  • Il radicchio rosso: garantisce un’azione detox, grazie alla ricchezza di antiossidanti, come gli antociani che combattono il gonfiore e favoriscono il drenaggio dei liquidi, contrastando la ritenzione.
  • I cardi: ortaggio ricco di sali minerali e vitamine, come la vitamina C, che favoriscono la funzionalità del fegato ed eiminano le tossine.
  • La barbabietola rossa: ricca di acqua, minebarbabietolarali e fibre, contiene triptofano, aminoacido precursore della serotonina, l’ormone che poi regola l’appetito.

Il consiglio quindi è quello, prima di affidarsi ad altro metodo, di provare questo metodo naturale, sano e utile all’organismo con cui perdere peso e recuperare la forma fisica.

 

Loscrivodame 

Fonti: Angela Altomare