Oltre le vecchie mura

0
578

Oltre le vecchie mura

di Maria Rosa Oneto 

Oltre le vecchie mura
profumava il mare.
Un orizzonte sconfinato
d’acqua e cielo.
Crescevano fiori selvatici,
canti di bimbi d’azzurro vestiti,
spighe che il vento acciambbelava.
Oltre le vecchie mura
la libertà si abbracciava al sole.
ad alberi maestosi con la barba lunga,
la veste sgargiante e fronde
odorose di speranza.
Oltre le vecchie mura
mi apparteneva il paesaggio sognato,
il limite mai tracciato
dove scorrazzavano i pensieri.
desideri acerbi che il cuore nutriva.
Propaggini di me che il Creato
rapiva come semi prodigiosi
di un’ inarrestabile primavera.