Not anymore

0
747

Not anymore

Silenzio.
Riecheggiano i passi lontani nella mente ormai arresa
che tenta di aggrapparsi ad una qualche possibilità.
Le gambe tremano,
le mani si stringono formando pugni chiusi e,
dal labbro spaccato,
la lingua raccoglie il sangue che fuoriesce.
No, non vuole essere di nuova la vittima.
Si alza, nonostante il corpo si ribelli,
e guarda il viso sfigurato,
i lividi sulla pelle e i cerchi neri sulle braccia,
segni di dita che stringono e non lasciano.
Un mostro.
E lei amava.
E lui amava.
Poi il crollo.
L’orrore dietro una scusa.
Lui non voleva,
eppure lei provava dolore fin sotto la pelle,
dentro le ossa che sembravano scricchiolare.
La prossima volta potrebbe…
Non ci sarà.
Si alza lentamente
con gli occhi rigati da un pianto silenzioso,
stringe i denti ed esce di casa.
Forse era tardi o forse no.
Poco importava.
Aveva finalmente detto NO,
Aveva finalmente aperto gli occhi e
compiuto un passo verso sé stessa.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAnima e Parole di Monica Pasero: Siate luce!
Articolo successivoGrido strozzato
Katya Ferrante
Katya è una ragazza semplice, siciliana e di 24 anni che ha tanti sogni e che spera un giorno di riuscire a realizzarne almeno qualcuno. Sogna l’amore -quello vero- come nei film dove tutto è possibile e forse anche un po’ ingenuamente crede ancora nel principe azzurro. Vive di libri, musica, film e serie tv. I libri perché l’hanno cresciuta e sono il suo posto sicuro dove cerca conforto ogni qualvolta ne ha bisogno. Non ama i generi gialli e thriller, legge pochi classici, ma in compenso ama tantissimo i romanzi rosa, le storie d’amore e il fantasy e la stessa cosa vale per i film. Per quanto riguarda la musica non ha un genere preferito, ma a due sue rocce: Laura Pausini e Lea Michele, ascolta le sue canzone fino allo svenimento, cosa che l’hanno aiutata a superare vari momenti della sua vita. Il suo sogno più grande sarebbe quello di diventare una scrittrice e di viaggiare, in particolar modo andare in Australia, Canada e New York. Si considera una cioccolattinomane pur se va in contrasto con ciò che pensa del suo corpo, infatti ne mangia meno di quanto vorrebbe. E, infine non perché meno importante è una telefilm addicted, avete capito bene! Segue tantissime serie tv, forse più di quante ne ha viste concluse e ama passare il suo tempo libero nei misteri, nelle storie d’amore – d’amicizia, nel sovrannaturale e in quei mondi che sono molto lontani dal suo. Ha iniziato il suo periodo da telefilm addice con Streghe, The OC, Gossip Girl, Glee e poi sono arrivati The vampire diaries, The Royasl, Arrow, la saga di Chicago ( Fire- Med- PD), Grey’s Anatomy per giungere a serie italiane come Braccialetti Rossi, Un medico in famiglia, L’onore e il rispetto o straniere spagnole come Velvet, Il principe e altre mille serie che la tengono incollata allo schermo del pc più di quanto dedicata alla sua vita sociale.