Non ci posso credere

0
839

Non ci posso credere

di Maria Rosa Oneto

Non ci posso credere
che la vita finisca
in spazi acerbi di solitudine.
Nel rimpianto
di aver sognato incubi
e fantasmi.
Nell’indolenza che fiacca la speranza,
oscurando il cuore
di tenebre ondeggianti.
Non ci posso credere
al riflesso del viso nello specchio
ai solchi che pervadono lo sguardo,
alla pelle raggrinzita e disfatta
che ha perso la grazia della giovinezza.
Nulla di ciò che ero
è rimasto
a proteggere il cuore da troppi malesseri,
a rendere ebete un sorriso distratto,
a sconfiggere la noia di un vissuto sospetto,
a credere ancora nel rinnovarsi
di un godimento innocente e perpetuo.
Non ci posso credere
che la vita finisca in un vuoto di rose
accese dal vento.