Non ci pensiamo

0
272

Non ci pensiamo

Non ci pensiamo
agli anni dimenticati
in soffitta
tra ragnatele sospese
e giocattoli rotti.
Nell’armadio
delle cose vecchie,
si avverte ancora il respiro
di Nonna Caterina,
le sue mani sporche
di farina,
il mattarello per levigare
la pasta, quell’intruglio di verdure
che andava a riempiere
i ravioli.
I capelli bianchi raccolti
in una crocchia, impreziosita
da pettinini in tartaruga
e quel sorriso bonario,
come zucchero a velo
sulla crostata di marmellata.
Non ci pensiamo
alle tristezze di oggi.
Alle reclusioni mentali
che ci costringono a vivere
da sorci telecomandati.
Alla paura che ci affossa
il cuore e ci fa sentire schiavi,
dell’altrui potere.
Burattini senza fili,
che l’umanità hanno smarrito
e il senso di un Dio Supremo
che pur vedendo tutto,
attende ad agire!

Maria Rosa Oneto