Mona

0
359

Bianca Bellová
Mona

Traduzione Laura Angeloni

Un libro, questo, che vorresti non finisse mai.
Insieme alla storia della protagonista, Mona. C’è la storia di tante altre persone, che a diverso modo hanno a che fare con lei. Dai familiari, ai compagni di scuola, ai pazienti di cui si occupa e altri ancora.
Tutto ben incastrato come in un puzzle.

Nel romanzo si parla di una guerra in corso, è ambientato in un tempo e in un luogo non definiti: un paese senza nome straziato dalla guerra e vessato da una dittatura religiosa.
( la scrittrice è cecoslovacca, si può dedurre che è ambientato nel suo paese).
I soldati feriti dal fronte vengono portati all’ospedale dove Mona fa l’infermiera.
Mona ha avuto una vita difficile, da piccola è stata rinchiusa per mesi in una botola per nascondersi da chi aveva portato via i suoi genitori, a lei viene detto che sono in una città per costruire un grande palazzo.

La narrazione è strutturata tra passato e presente, con gli eventi che hanno caratterizzato la vita di Mona e il soldato Adam, di cui lei si cura e prende molto a cuore.
Mona ha vissuto gli stavolgimenti che sono stati la sua vita, passivamente, come qualcosa di troppo grande per poter provare a contrastare, da Mona bambina fino a Mona moglie e madre.

Solo raccontando la propria storia ad Adam, la mette in luce e la fa sua, mettendo in discussione il suo passato e il presente.
Lo fa come una rivolta, come una scelta, non si piega al bigottismo religioso e non si copre il capo con sfida, è intraprendente e audace, anche se non piace ne al marito e al figlio ( che forse temono per lei) ne fuori dalla famiglia.

Il legame che stabilisce con Adam, straziato dal dolore dell’amputazione di una gamba, ( in ospedale non ci sono antibiotici, ansiolitici , antidolorifici) è “ salvifico “ per entrambi. È a lui che si racconta, anche oltre l’orario di lavoro, è con lui che ricorda ed è a lei che lui si affida, anche quando sembra che la vita del ragazzo stia volgendo al termine.
Le cure ed il tempo che gli dedica, vanno oltre al lavoro infermieristico, c’è affetto e sentimento, ricambiato.

Mona andando contro il divieto di restare in quel reparto, farà di tutto, fino ad un gesto inaspettato, per garantirgli la sua vicinanza.
Quello che fuoriesce dai racconti di Mona, sono la vita ed i sentimenti dei vari personaggi, i sentimenti hanno un ruolo fondamentale in questo romanzo.

È una romanzo che tiene il lettore incollato alle sue pagine.
Merito di questa bella lettura va anche alla traduzione di Laura Angeloni, chi legge sa che un bravo traduttore è fondamentale per far apprezzare al meglio un libro.

Anna