Metabolismo lento? Le strade per risvegliarlo

0
663

Il metabolismo lento è un problema molto sentito per svariati motivi. Innanzitutto di salute e benessere personale. Quando il metabolismo è lento ci si sente appesantiti, stanchi, meno carichi in generale. Poi c’è il lato estetico, si tende ad ingrassare e i chili di troppo diventano faticosi da eliminare anche con diete ed esercizio fisico.

Il nostro consigli, se soffrite di questo  problema sono:

  • Non credere a rimedi miracolosi che spesso possono portare ad effetti collaterali a lungo andare anche gravi;
  • Rivolgersi a medici, dietisti, specialisti dell’alimentazione che possano consigliarvi sulla strada migliore da intraprendere in base alle vostre caratteristiche: personalizzazione e no scorciatoie;
  • Seguire questi trucchi per smuovere in modo naturale il metabolismo:

Bruciare più calorie e dimagrire più velocemente è possibile in prima battuta adottando alcuni accorgimenti.

Innanzitutto bere tanta acqua. È il primo accorgimento universalmente consigliato. Pare scontato ma non lo è per nulla, è fondamentale bere almeno 2 litri d’acqua al giorno. Con questa mossa si eliminano le tossine e, soprattutto per le donne, si eliminano i problemi di ritenzione idrica.

Bere molta acqua aiuta anche a risvegliare il metabolismo in modo diretto. Si attiva infatti un meccanismo di produzione di calore che richiede parecchia energia, bruciando molte calorie. 

Un altra mossa da fare è bere acqua e limone appena svegli e priima dell’attività fisica.

Questa strategia aiuta a stimolare il metabolismo e la digestione. Andrebbe fatto una mezz’ora prima di colazione. Unico problema si ha per chi ha problemi di gastrite o reflusso, dove l’acidità del limone potrebbe creare fastidi.

Altra strategia da seguire è consumare alimenti che accelerano il metabolismo: Noci, cioccolato amaro, farina d’avena, cannella, aceto, cereali, zenzero, fragole, zuppe, mele, ciliegie, aceto di mele e tanti altri.

Per accelerare il metabolismo è importante anche mangiare molte proteine, che aumentano il tasso metabolico del 15-40%. Meglio quindi consumare carni bianche, legumi, pesce, soia in quantità maggiore ma sempre bilanciata.

Un altra regola è no ai digiuni selvaggi e scriteriati. Il digiuno o mima digiuno può essere, come consigliato ad esempio dalla Dieta Smartfood una buona idea. Ma va fatto con criterio, saltare i pasti totalmente e a caso, è assolutamente contro-producente per il metabolismo. Mangiare poco ma spesso è l’idea giusta, sia per accelerare il metabolismo e tenerlo sempre attivo nel corso della giornata, in modo da bruciare di più, sia per migliorare il processo digestivo.

Se si vuole dare il via al metabolismo è importante anche fare esercizio fisico di primo mattino.

Allenarsi con una frequenza regolare, possibilmente almeno 3 volte alla settimana e farlo al mattino o comunque prima di metà pomeriggio, aiuta sicuramente il metabolismo. Il corpo subisce un vero e proprio shock che lo costringe ad attivare il metabolismo che resta attivo per tutta la giornata.

Collegato al metabolismo è anche il sonno, dormire bene, possibilmente 8 ore al giorno  ha un effetto positivo. Dormire poco o male porta a rallentare il metabolismo. In tal senso, mangiar poco la sera, cercare di essere meno stressati e non fare attività sportiva nelle ore serali può aiutare a dormire meglio.

Infine, un ruolo positivo possono averlo tè e caffè. Nessuno dice di esagerare con la caffeina, ma il caffè aiuta sicuramente a velocizzare il metabolismo, di una percentuale fino al 15%. La teina invece del 4-5%.


Loscrivodame benessere