Luna di miele

0
865

Chuck Kinder
Luna di miele.

Ralph Crawford e Jim Stark sono scrittori, ma sono soprattutto amici, nella California degli anni settanta.
“ Ralph aveva diciotto anni, era fresco di liceo, lavorava in una segheria e metteva da parte i soldi per il college, quando una sera d’estate, dopo aver passato il pomeriggio a girare in macchina e bere birra, a lui e ai suoi amici venne voglia di fermarsi al parco dei dinosauri. Rimasero per un po’ nel parcheggio ghiaioso, seduti nella vecchia Ford sgangherata di Ralph a tracannare birra e a inventarsi storie di ragazze. Tra una sorsata e l’altra, Ralph alzò gli occhi sul muso blu di un brontosauro, che incombeva da sopra gli alberi come una strana luna appena sorta e lo guardava con impenetrabili occhi gialli.”

Ralph e Alice Ann erano poco più che ragazzi s’incontrarono per la prima volta, s’innamorarono perdutamente e si sposarono, usando la gravidanza imminente come semplice scusa.
La loro vita insieme a quella dell’amico Jim, trascorre sopravvivendo a povertà, sbronze colossali, bollette da pagare, assegni scoperti, piatti e insulti che volano, sesso sfrenato e uso di droga.
I due amici passano da un bar all’altro, scappano, si ritrovano, litigano ma restano sempre amici anche quando sembra che abbiamo oltrepassato ogni limite .Ralph, sembra abbia proprio la predisposizione di mettersi maggiormente nei guai, ha varie pendenze, assegni scoperti, truffe, una famiglia da mantenere, due figli che gli pesano molto, in effetti due ragazzi, di cui né lui né la moglie si sono tanto curati ed hanno seri problemi. Ma quello che sembrano fare più volentieri i protagonisti di Lune di miele è tradire: Ralph tradisce la moglie Alice Ann con Lindsay; Jim tradisce Ralph sposandosi con Lindsay e lasciando la prima moglie che a sua volta lo tradiva; anche Alice Ann tradirà Ralph, senza però smettere di amarlo e di aiutarlo. E così via, in un susseguirsi di grandi tragedie e grandi risate, di salvezze e fallimenti, di personaggi che, sempre sul punto di lasciarsi e nelle maniere peggiori, sono mossi da una voglia di ricominciare( in virtù di quel grande amore che li ha fatti mettere insieme), di buttarsi a capofitto in nuove vite, di riprovare, ma sempre in mezzo al caos e al ripetersi di quello che avrebbero voluto lasciarsi alle spalle.
Fiumi di alcol di ogni tipo, spinelli e acidi, sono la presenza costante.
In particolar modo le donne sono quelle più decise a “darsi un’altra possibilità” la moglie di Ralph, appare come quella più determinata a salvare più volte un matrimonio che fa acqua da tutte le parti.
E’ una bella pagina quella in cui che Alice Ann, durante un processo a carico del marito per truffa, lo descrive con tutte le sue peculiarità nel bene e nel male, chiedendo al Giudice di avere compassione per un uomo così fatto.

Per Jim la vita con Lindsay è meno turbolenta, ma anche per lui l’uso di alcol e lo spaccio ed uso di droghe, è un problema serio.
Ogni tanto si allontana da casa, ma torna sempre e con Lindsay, spesso sono loro che si fanno carico dei problemi degli amici, tra le due donne sebbene entrambe sappiano del tradimento di Ralph, nasce una sincera amicizia, ma che non è sufficiente a fronte di eventi del tutto inaspettati.
Ci si meraviglia di come, i due amici, con le loro vite così sregolate, e sempre sul punto di crollare ,e al limite della legalità, riescano ad insegnare o a scrivere romanzi, pubblicarli e avere successo.
Nella California di quegli anni, non era insolito.
Il libro è un susseguirsi di eventi, colpi di scena, i capitoli affrontano momenti diversi della vita dei protagonisti non in ordine temporale.
Ci sono tanti riferimenti a scrittori famosi e a film ed attori famosi, il mondo dei due amici è in fondo il mondo letterario ed universitario, anche se passavano più tempo ad ubriacarsi.
Le loro vite prenderanno pieghe diverse , ma loro due resteranno amici fino alla fine, nonostante tutto:
“Quello a cui Jjm aveva pensato mentre guardava sua moglie togliere le erbacce da quei fiori azzurri era se Alice Ann non avesse forse avuto ragione fin dall’inizio quando diceva che le loro vite erano indissolubilmente legate da una qualche assurda congiuntura karmica”

Lune di miele è un romanzo sull’amicizia e sulla fragilità umana, dissacrante, a volte ironico e divertente, a chi ami la letteratura americana questo romanzo e i suoi protagonisti non può non piacere.
Si respira davvero l’aria dei romanzi dei grandi scrittori americani.

Anna