L’ultima ricamatrice

0
255

L’ultima ricamatrice” è il romanzo della scrittrice e giornalista Elena Pigozzi, ambientato in una casa al limitare del bosco dove vivono le ricamatrici o, meglio, la ricamatrice Eufrasia che è rimasta a praticare l’arte di famiglia.

Abituata alla compagnia del telaio, di rocchetti, di stoffe, di spole e di spilli, si meraviglia quando arriva Filomela, una giovane ragazza che le chiede di prepararle il corredo e di insegnarle a ricamare.

Eufrasia decide di accontentarla felice e, grazie a questa graziosa e misteriosa ragazza, avrà modo di rivivere tutta la sua vita, con le gioie, i dolori, le difficoltà.

Non ha mai perso la forza di andare avanti grazie all’arte che la famiglia si tramanda da generazione in generazione e che ha avuto il merito di insegnarle la pazienza, la tenacia nel superare gli ostacoli, il coraggio di affrontare le difficoltà senza mai abbattersi, la capacità di riconoscere l’errore e di tornare indietro per riprovarci, sempre con il sorriso sulle labbra.

Sono molte le vite che si intrecciano in queste righe, ed è palpabile l’amore per la famiglia, per gli affetti più cari e, soprattutto, per la vita.

Filomela non è una ragazza qualsiasi, un legame speciale la lega ad Eufrasia. Lo stile narrativo del romanzo è lineare, l’autrice racconta tra passato e presente la vita dell’ultima ricamatrice con descrizioni precise, dettagliate, trasmettendo emozioni vive, vere, sincere.

Il ricamo, un’arte ormai ai più sconosciuta, ed è un peccato perché ci insegna a darci un obiettivo, ad impegnarci, punto dopo punto, per arrivare alla meta con concentrazione, precisione, fatica.

E’ una lettura molto piacevole! Libro consigliato!!!